E se poi te ne penti?!?

Delle feste natalizie appena trascorse rimane solo la mia scorta personale di dolciumi…quelli avanzati dai miei barattoli-portafoto regalati alla mia ciurma, gli amici che affollano le mie giornate (pure troppo oserei dire)…

la risoluzione è quella che è, ma più o meno il senso è un barattolo pieno di dolciumi con una foto a mò di message in the bottle
la risoluzione è quella che è, ma più o meno il senso è un barattolo pieno di dolciumi con una foto a mò di message in the bottle

…sicché ora son qui, con una quantità abnorme di zuccheri nel sangue (magari rimanessero solo nel sangue!), una sigaretta in mano, una sempreverde yes I know my way nelle orecchie e invece di studiare (credo di avervi già lungamente parlato del mio rapporto passionale con il demone dell’inadempienza) cerco di srotolare dalla matassa infinita dei miei pensieri quelli più ridicoli…perché l’autoironia è l’unica via, ne sono sicura.

Le feste, come dicevo, non mi hanno lasciato molto se non fosse stato per la fine dell’anno, che (esclusa l’angoscia del dove passare il tristissimo veglione di capodanno) mi piace davvero tanto…è in questi casi in cui mi accorgo che il mio pessimismo cosmico non ha raggiunto picchi altissimi e che fare cose a cazzo con l’unica giustificazione che l’anno stia per finire e per incominciare il prossimo devi scrollarti pesi da dosso è un’opportunità da non lasciarsi sfuggire.

Così è stato…ho trovato non uno ma due modi per complicarmi ulteriormente l’esistenza e chiuderla definitivamente con i miei sporadici contatti romantici con il sesso opposto, come se non ci fosse un domani, come se avessi la fila di fans fuori dalla porta (e non riesco a trovare una spiegazione logica al fatto che, in effetti, non sia proprio così).

Ho approfittato dell’unica nevicata negli ultimi tre anni per tentare di combinare con il mio charme imbattibile una serata decente con qualcuno che, dopo anni, mi destava non solo l’ormone ma anche lo spirito (a mio avviso, ora come ora, sopravvalutato…almeno ascoltassi solo l’ormone, me ne vedrei bene, invece no…voglio fare la tipa profonda dei miei stivali!).

“Voglio dare retta ai sentimenti e tentare di uscire con quel ragazzo che mi piace davvero tanto…” “…E se poi te ne penti?!?” …e me ne pento sempre, oh!

…e diciamo che il tipo non si è follemente innamorato di me, non mi ha chiesto di seguirlo in Papuasia e non mi ha detto di voler avere dai tre ai nove figli con me…

…e dire che avevo così tanto investito in questo incontro da mandare a farsi benedire l’ultima situazione pendente che avevo in ballo: una situazione talmente tanto vecchia che nella mia testa (o forse non solo) quando uscivo con lui non sentivo nessun profumo di lavanda o violetta ma solo puzza di naftalina: una puzza di chiuso e di noia che mi tornava sotto il naso mentre si parlava…l’avrei lasciata andar via lo stesso, stà situazione, perché credo di non essere ancora arrivata al punto patetico in cui pur di uscire con un ragazzo devo sorbirmi pure le allucinazioni olfattive.

E questo è il nocciolo: essere fedeli a se stessi è una gran rottura di palle: è spesso imbarazzante, molto sconveniente, forse stupido (mi ricordo quella volta che, nel bel mezzo del tipico filosofeggiare da post coito, un ragazzo mi chiese: “ma tu perché sei così tremendamente sincera?” …lì si aprì la mia personale rubrica “le domande irrisolte”) ma è quello che so fare meglio in qualsiasi relazione affettiva-amicale-cane/uomo-fraterna sia immischiata…se mi togli la mia stupida arte della diarrea verbale (so che fa troppo Bridget Jones, ma ognuno si identifichi in chi vuole a stò mondo!) mi hai tolto tutto…

E mentre ci riempiamo tutti la bocca con paroloni come difesa della libertà d’ espressione in questi tempi parecchio bui, io rivendico il mio diritto a complicarmi/semplificarmi la vita appellandomi al mio primo personale emendamento: fare, ma soprattutto dire, le cose che davvero voglio…

…Va a finire che me ne penta…ma se non lo facessi…poi ai miei posteri cosa racconterei?!?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...